11 articoli nella categoria Guide

Andrea Pastore 02/02/2020 0

Come integrare la chat di Facebook sul proprio sito Geecom

Da un po' di tempo Facebook consente di integrare all'interno del proprio sito web una chat collegata alla propria pagina facebook, che vi consente di interagire con gli utenti del vostro sito dalla vostra pagina Facebook. Si tratta di un ottimo sistema (a costo zero, tra l'altro) soprattutto per chi si sta approcciando con le chat e non vuole utilizzare servizi a pagamento, che danno si più informazioni ma forse all'inizio non sono così fondamentali. Per includere la chat di Facebook nel nostro sito dobbiamo generare un codice html direttamente dalla nostra pagina: clicchiamo su Impostazioni e poi su Messaggi. Scorrendo la nuova pagina troveremo la voce Aggiungi Messenger al tuo sito web, clicchiamo su Inizia per eseguire la configurazione. Facebook ci chiederà di scegliere il sito su cui deve essere visibile la chat, poi ci chiederà di scegliere il tipo di integrazione tra quelli disponibili. Scegliamo "standard". Sce la lingua, il colore (in modo che possa adattarsi al nostro sito) e il messaggio di benvenuto. Cliccando su ok verrà generato il codice, come mostrato nella figura sottostante. A questo punto dobbiamo importare il blocco di codice all'interno di Geecom Cms. Dato che la chat di Facebook usa cookie di terze parti possiamo eseguirla solo dopo che gli utenti hanno accettato la normativa GDPR.  Copiamo l'intero blocco di codice ed entriamo nell'area riservata di Geecom, sezione impostazioni e poi legge cookie. Il nostro codice va inserito nella sezione cookie da inserire dopo il consenso, alla voce Cookie alla fine del tag body. Fatto questo clicchiamo su salva e ricarichiamo la home page del nostro sito: la chat di Facebook sarà cmparsa in basso a destra. Nota: la chat di Facebook sarà visibile anche se incolliamo il codice nella sezione impostazioni - includi codice nelle sezioni inizio body, fine body o dopo il footer, ma non è il modo migliore per farlo, perché in questo caso il codice viene visto immediatamente e non è conforme alla normativa GDPR.
Leggi tutto

Andrea Pastore 25/10/2019 0

Introduzione alla SEO e agli strumenti di Geecom per monitorarla

Il web è popolato da un numero enorme di siti e sono lontani i tempi in cui bastava scrivere avere un sito e arrivavano tante visualizzazioni. Oggi i siti con estensione di dominio sono più di 3 milioni, per un totale di miliardi di pagine. Quando un utente digita una parola chiave su un motore di ricerca consulta i risultati della prima pagina, qualche volta della seconda e assai di rado arriva alla terza. Con tutta questa offerta è improbabile che le nostre pagine vengano viste da qualcuno se non usiamo strategie apposite. Ed è qui che entra in gioco la SEO (Search Engine Optimization, ottimizzazione per i motori di ricerca).   Le regole fondamentali da sapere Questo articolo non vuole essere una guida esauriente, ma vuole dare un’infarinatura a chi si affaccia in questo mondo. È importante sapere che per apparire in una buona posizione nei motori di ricerca ogni pagina deve avere alcune caratteristiche: Titolo è tenuto in grande considerazione dai motori di ricerca, non deve superare i 70 caratteri di lunghezza Descrizione dovrebbe contenere le informazioni sintetiche di ciò che parla la pagina, non deve superare i 160 caratteri. Testo il contenuto testuale di un articolo deve avere tante informazioni, e deve contenere almeno 300 parole. I motori ricerca moderni sono in grado di capire anche se è scritto correttamente, se ad esempio stiamo facendo troppe ripetizioni che darebbero fastidio ad un potenziale lettore, e cosi via. Frequenza di aggiornamenti È importante scrivere frequentemente sul sito, in modo da apparire ai motori di ricerca come un sito in continua evoluzione e quindi meritevole di scansioni più frequenti.   Gli strumenti di Geecom per la SEO In ogni articolo, pagina o galleria, sulla destra c’è un box con una valutazione dell’efficienza SEO di quel contenuto. Seguendo le indicazioni della piattaforma avrete un buon punteggio SEO e potrete scalare le posizioni nelle pagine dei motori di ricerca. La pagina statistiche La pagina statistiche, oltre a dare una panoramica globale della situazione del sito, consente di capire su quali e quant contenuti si deve intervenire per ottimizzare il sito. I messaggi di Geecom Abbiamo parlato dell’importanza della frequenza di aggiornamento di un sito, per questo Geecom vi inviterà ad inserire contenuti se sono passati più di quindici giorni dall’ultima volta che avete inserito un contenuto.
Leggi tutto

Andrea Pastore 25/10/2019 0

Includere snippet di codice in Geecom CMS

Molti strumenti di uso comune, come ad esempio Google Analytics e Pixel di Facebook, prevedono l’inserimento di uno o più snippet da includere nelle pagine del nostro sito web. Per venire incontro a questa esigenza Geecom CMS mette a disposizione una sezione apposita. Accedendo a Impostazioni › Inclusione codice potrete inserire le porzioni di codice aggiuntivo richiesto. A seconda che lo snippet vada inserito all'inizio o alla fine del tag head, all'inizio o alla fine del tag body, oppure dopo il footer, Geecom CMS metta a disposizione aree di testo specifiche.   Come faccio a capire dove devo inserire il codice? Queste informazioni vengono fornite direttamente da chi chiede di inserire il codice nel vostro sito. Osservate ad esempio le istruzioni per inserire il Pixel di Facebook, prese direttamente dalla sezione informativa: Facebook richiede che il suo codice sia messo all’inizio del tag head, sarà quindi sufficiente copiare e incollare il codice fornito all'interno dell'area sotto la voce "Codice inizio head" nell’area amministrativa di Geecom CMS. In questo modo il codice sarà visualizzato in ciascuna pagina del sito.
Leggi tutto

Andrea Pastore 20/09/2018 0

Guida al GDPR: cos'è e come configurarlo in Geecom

Da maggio 2018 è entrato in vigore in tutti gli Stati dell'Unione Europea il General Data Protection Regulation, meglio noto come GDPR, che riguarda la protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali.Il GDPR è una risposta alle sfide poste dagli sviluppi tecnologici (a inizio ottobre il WP29 ha adottato tre fondamentali provvedimenti che avranno importanti ricadute su punti essenziali del GDPR proprio sul tema dell’innovazione tecnologica) e dai nuovi modelli di crescita economica, tenendo conto delle esigenze di tutela dei dati personali sempre più avvertite dai cittadini Ue. Con il GDPR vengono definiti i limiti al trattamento automatizzato dei dati personali e si introducono regole più chiare su informativa e consenso e sono poste le basi di nuovi diritti: un utente registrato su una piattaforma può oggi chiedere di esercitare il diritto all'oblio e obbligare la piattaforma a cancellare tutti i dati che riguardano lui. Altre regole importanti che riguardano il web sito sono la possibilità, per i visitatori, di scegliere se accettare i cookie del sito oppure no: in tal caso il sito è obbligato a gestire la cosa bloccando i file invasivi per la privacy se l'utente nega il consenso all'utilizzo. Non è più corretto semplicemente avvisare dell'utilizzo dei cookie, bisogna dare all'utente la possibilità di scelta. Nei termini e condizioni del sito, che ora sono obbligatori, devono inoltre essere specificati tutti gli script che fanno uso di cookie che tracciano i dati degli utenti. Queste  norme si applicano anche alle imprese situate fuori dall’Unione europea che offrono servizi o prodotti all’interno del mercato Ue. Tutte le aziende, ovunque stabilite, dovranno quindi rispettare le nuove regole. Le sanzioni per gli inadempienti sono severissime: parliamo di importi fino a 10 milioni di euro o, per le imprese, fino al 2% del fatturato mondiale totale annuo dell’esercizio precedente.   Quali sono gli script che usano i cookie? Gli script che usano i cookie e devono essere segnalati sono tutti quegli script che raccolgono dati per pubblicità o analisi dei dati, come ad esempio Google Analytics, il pixel di Faceboo, google Adwords e cosi via. Come configuare il GDPR in Geecom I prodotti Geecom interessati dal GDPR sono Geecom Cms e Geecom Admin. In Geecom Cms per configurarlo basta andare ella sezione impostazioni il tab legge cookie è stato adeguato alle nuove regole ed ora, oltre a permettere l'inserimento di un testo che avvisa l'utente dell'uso dei cooke, consente di impostare una pagina in cui l'utente può trovare maggiori informazioni, da la possibilità di personalizzare i pulsanti da mostrare e, cosa fondamentale ai fini della legge, permette di inserire gli script dei cookie da mostrare solo se l'utente ha dato il consenso. In Geecom Admin essendo un'area riservata bisogna dare la possibilità all'utente di ottenere il diritto all'oblio, cosa possibile dalla pagina profilo ogni utente avrà la possibilità di scaricare le informazioni presenti sulla piattaforma.
Leggi tutto

Andrea Pastore 19/09/2014 0

Gestire i menu in Geecom CMS

Con questa guida approfondiamo una delle tematiche più importanti nella realizzazione di un sito internetl. La gestione del (o dei) menu. Geecom CMS consente di gestire i menu dall'apposita pagina dell'area amministrativa.La pagina gestione menu mostra tutti i menu presenti nel sito, cliccando su tasto dettagli si aprirà una nuova pagina che mostra le voci di quel menu ordinate dalla prima all'ultima. Per modificare l'ordine è sufficiente cliccare sulle frecce corrispondente al nome della voce di menu; oppure modificare il numero sulla riga corrispondente, inserire la posizione desiderata e salvare. Per cancellare una voce di menu cliccare sulla x accanto alla voce di menu che si vuole eliminare. Creare una nuova voce di menu: Andare su gestione menu e cliccare su nuova voce. Ci sono diversi tipi di voci di menu, assicurarsi di scegliere il tipo corretto dal menu a tendina: link a una categoriaquesta opzione è presente solo in Geecom blog e permette di creare un link ad una categoria di articoli. Bisogna selezionare il tag corrispondente alla categoria. Quando le persone cliccheranno su quella voce di menu vedranno tutti gli articoli di quella categoria. link esternoper creare un link esterno, nel caso ce ne sia la necessità. In questo caso c'è un campo link che porterà ad un sito esterno. Sottomenuserve per creare una voce che mostri delle altre voci quando si clicca su di essa. Potete vedere un esempio a lato (la voce evidenziata in grigio). Bisogna specificare il tag, in modo che il sistema raggrupperà al suo interno tutte le voci di menu di tipo “voce sottomenu” con quel tag. Voce sottomenucrea una voce da inserire in un sottomenu (nell'immagine accanto il sottomenu è quello evidenziato in grigio, le voci sottomenu sono quelle in bianco). Bisogna assegnare il tag corrispondente. Troverete queste informazioni e molte altre anche sul manuale di Geecom.
Leggi tutto